fb

Bonsai in Agosto, cosa fare?

19/08/2020 - Agosto è un mese importante per le nostre piante, vediamo come curare al meglio i nostri bonsai!

Bonsai in Agosto, cosa fare?

Agosto è un mese importante per le nostre piante, vediamo come curare al meglio i nostri bonsai!

Il mese di agosto è una sorta di primavera al contrario. Dal caldo di luglio alle tiepide temperature settembrine, 31 giorni di passaggio, ma non per questo poco fondamentali, per i nostri amati Bonsai.

In questi giorni, sebbene faccia ancora parecchio caldo, quando cala il sole le temperature cominciano a calare di pochi gradi favorendo una ripresa della vegetazione. Normalmente infatti le piante vegetano tra i 5 e i 30 gradi centigradi.

 

CLIMA:

Attenzione quindi, durante il giorno, ad esporre al sole i Bonsai, soprattutto nelle giornate ventose: rischiano di patire l’assenza d’acqua e di bruciarsi al sole. Rosmarini, ulivi e ginepri non hanno timore del sole, ma una temperatura elevata sulle loro radici potrebbe essere fatale, è importante utilizzare il vaso giusto!

Utilizzate teli per coprire chioma, fusto e radici. L’alternativa è quella di conservarli in una zona d’ombra molto luminosa. Soprattutto se il vostro bonsai è un po’ malconcio, adottare questo accorgimento durante l’estate aiuta a riprendere la fase vegetativa interrotta con i primi caldi estivi.

 

ACQUA:

Annaffiare i bonsai durante i mesi estivi è importantissimo, come lo è farlo la mattina presto o la sera tardi, in modo da ridurre lo sbalzo termico tra il calore accumulato dalla pianta durante la giornata e la bassa temperatura dell’acqua. Per non far soffrire troppo il caldo al nostro Bonsai, è consigliabile posizionare un buon sottovaso sotto la pianta e riempirlo di ghiaia, in modo tale da favorire l’evaporazione dell’acqua depositata sul fondo per mantenere una temperatura e un microclima più propenso al suo benessere.

 

Il terreno va bagnato solo quando si è asciugato rispetto all'annaffiatura precedente. Riempiendo il sottovaso di ghiaia e inumidendola di tanto in tanto, si favorisce alla creazione delle condizioni microclimatiche perfette per il Bonsai.

  

POTATURA:

Potate di tanto in tanto rami e foglie secche. Riprendete in mano le forbici se possedete Olmi, Querce o Aceri, è il periodo adatto per sfoltire le loro chiome dato che finito il mese di agosto e con l’iniziare dei primi tepori di settembre i rami si popoleranno di molte foglie. Utilizzate l'attrezzo adatto per cimare i germogli: la forbice lunga.

Un paio di forbici lunghe vi consentiranno di curare la forma e lo stile del bonsai. Hanno un’impugnatura stabile e due lame incrociate, questo per consentire un taglio netto e preciso anche con rami più spessi.

 

RINVASO e CONCIME:

Ad agosto non si effettuano rinvasi, e nella prima metà del mese è meglio non concimare. Dopo la metà di agosto, però, è possibile dare un aiuto alla fase vegetativa con del concime ricco di fosforo e potassio, per preparare i tessuti della pianta al freddo invernale.

Oltre al concime, consigliamo di trattare le vostre piante con degli insetticidi contro i parassiti, molto attivi in questo periodo. Ragnetto rosso, afidi e cocciniglie sono all’agguato in questo periodo, quindi proteggi il tuo Bonsai!