fb

Bonsai in Inverno: cosa fare?

18/12/2020 - I Bonsai in inverno sono delicati, il freddo può essere deleterio. Vi diamo alcuni consigli per farli sopravvivere senza problemi.

Bonsai in Inverno: cosa fare?

I Bonsai in inverno sono delicati, il freddo può essere deleterio. Vi diamo alcuni consigli per farli sopravvivere senza problemi.

Il freddo a Dicembre comincia a farsi importante e il periodo vegetativo, non solo dei Bonsai, è ormai terminato, lo si vede dai rami spogli degli alberi decidui che fanno vedere l’ottima struttura dei vostri Bonsai. Le piante sono entrate completamente nel loro periodo di riposo, quello che un po’ servirebbe anche a noi e che decisamente invidiamo ai nostri tanto amati Bonsai. ;)

Tanto vale far passare delle belle vacanze a chi può farle, quindi armiamoci del necessario e adottiamo delle accortezze utili in modo da far sopravvivere i nostri alberelli al freddo invernale e alle gelate che tanto temono. Sono sufficienti alcuni trucchetti per trattare come si deve i Bonsai in inverno, vediamo quali!

 

CONSIGLI PER I BONSAI AL FREDDO

Generalmente, una buona abitudine è quella di avvolgere con un sacchetto di nylon il bel vaso del nostro Bonsai, oppure posizionarlo in una scatola bassa contenente della paglia in modo da isolare dal freddo il delicato pane radicale dei nostri mini alberi. Posizionateli in un luogo protetto dal vento freddo, su un angolo del balcone o del giardino, in modo che possano godere di un po’ di sole durante il giorno e non siano direttamente esposti al freddo. Alternativamente, se avete la fortuna di poterne usufruire, potreste optare per riporre i vostri Bonsai in una serra o in generale in un ambiente luminoso, vicino ad una finestra da cui può entrare della luce durante il giorno. Attenzione a non riporli in prossimità di una fonte di calore come un termosifone o una stufa, sarebbe deleterio per la salute del Bonsai. Con i Bonsai da interno ovviamente dovrete seguire le facili regole appena citate e mi raccomando, di tanto in tanto, ruotate la posizione della pianta in maniera da far ricevere la luce del sole in maniera più uniforme possibile a tutte le parti della pianta.

 

ANNAFFIATURA

Annaffiate con parsimonia in questi mesi, non c’è una cadenza regolare con la quale abbeverare i vostri Bonsai. Alla necessità, quando notate il terriccio secco, versate dell’acqua senza esagerare, soprattutto per quanto riguarda le piante decidue. Il Bonsai conserva comunque una certa sensibilità anche se spoglio delle sue foglie. A mano a mano che il caldo scompare, e con lui anche le poche foglie rimaste, la quantità di acqua dovrà essere sempre minore: la perdita di foglie comporterà una minore necessità di acqua. Occhio al drenaggio, controllate sempre il suo corretto funzionamento, se l’acqua non drena bene o se notate un ristagno, allarmatevi.. forse è il caso di intervenire con un rinvaso!

 

CONCIMI E FERTILIZZANTI

Non toccate concimi o fertilizzanti fino ai primi caldi in primavera, per quanto concerne i Bonsai da esterno. I Bonsai da interno si possono concimare tutto l’anno, tranne nei mesi più caldi. Se in autunno avete trapiantato delle conifere potreste somministrare dei concimi fogliari per dare una mano a riprendersi, dato che la vegetazione per loro comincia un po’ prima della primavera.

 

POTATURA

Nella stagione invernale i Bonsai hanno concluso il loro ciclo vegetativo, quindi non ci saranno nuovi germogli da tagliare. Per quanto riguarda i caducifoglie, potete modellarne la struttura con del filo metallico, attenzione a non incidere i rami o ancora peggio a spezzarli. Se poco fa avete rinvasato e non l’avete ancora fatto, date un’adeguata potatura ai rami in più, a quelli secchi o a quelli che semplicemente non volete per impostare lo stile del vostro Bonsai. Mi raccomando però, non togliete tanto, se no la pianta farà fatica a rigenerarsi quando ricomincerà il periodo di vegetazione.