fb

Cosa serve per iniziare a coltivare Bonsai

24/03/2021 - Per cominciare a coltivare Bonsai chissà che prerequisiti, se non alcuni strumenti per impostarlo in maniera corretta, dei buoni prodotti e un buon vaso in ceramica per bonsai.

Cosa serve per iniziare a coltivare Bonsai

Per cominciare a coltivare Bonsai chissà che prerequisiti, se non alcuni strumenti per impostarlo in maniera corretta, dei buoni prodotti e un buon vaso in ceramica per bonsai.

Coltivare Bonsai è una disciplina che richiede pazienza e vi darà molte soddisfazioni. Metterà alla prova il tuo pollice verde e ti farà apprezzare i piccoli gesti che rivolgi al tuo piccolo albero, che per lui vogliono dire molto.

Per cominciare a coltivare Bonsai non servono molti attrezzi o chissà che prerequisiti, se non alcuni stumenti per impostare la sua crescita in maniera corretta, dei buoni prodotti e un buon vaso per contenere le radici e il terriccio in cui crescono.

Nella lingua giapponese il termine bonsai significa letteralmente “coltivato in vassoio”, in una parola è racchiusa una disciplina artistica che dura da millenni, inizializzata dai maestri bonsaisti del Buddismo Zen giapponese.

Gli alberi Bonsai non sono piante modificate geneticamente per poter crescere in vaso e non a terra, bensì sono esemplari vegetali che vengono coltivati affinché possano vivere in un vaso di piccole dimensioni. Esistono specie più o meno adatte alla coltivazione in vaso ma generalmente ogni tipologia di pianta da fusto è adatta a questa tecnica di coltivazione.

 

Vasi in ceramica per Bonsai Certrè

 

LA SCELTA DEL BONSAI PER INIZIARE:

Partiamo dalla scelta del Bonsai, poiché spesse volte è una decisione sottovalutata e talvolta cruciale per la buona riuscita del progetto e per la buona salute della pianta.

La scelta del Bonsai dovrà essere ponderata con il microclima nel quale verrà allevato. Spesso si pensa che data la sua delicatezza, il Bonsai debba stare all’interno delle proprie mura di casa, la verità è che essendo a tutti gli effetti un albero dovrà essere collocato all’esterno, eccetto se si tratta di un una specie tropicale.

Considera di coltivare un ulivo, un olmo cinese o un ligustro, se ti trovi come credo in Italia, più precisamente in una località piuttosto mite e con inverni non insopportabilmente freddi. Se invece d’inverno la temperatura è piuttosto bassa, l’acero tridente o quello giapponese potrebbero fare al caso tuo.

Dai una letta al nostro articolo sui Bonsai da esterno per informarti al meglio prima di comprare il tuo nuovo Bonsai!

Ci sono dei tipi di Bonsai da principianti che possono essere un buon metodo per approcciarsi all’arte del bonsaismo, che non prevedono una spesa esagerata e una resa piuttosto assicurata, per esempio gli olmi.

 

STRUMENTI PER BONSAI PER INIZIARE:

Per crescere il tuo Bonsai non c’è bisogno di semplice acqua, del concime e di metterla spesso al sole, ci sono delle operazioni da svolgere sulla pianta per permettere che questa cresca in maniera corretta, rigogliosa e ordinata, o disordinata se lo vuoi!

Mi riferisco alla potatura dei rami, al rinvaso, alla defogliazione e all’impostazione del Bonsai. Per fare ciò è necessario possedere attrezzi adatti ad ogni operazione per evitare spiacevoli inconvenienti, come trasmettere infezioni radicali ai rami tagliandoli con le stesse forbici. Costerebbe caro al tuo Bonsai!

Gli strumenti fondamentali e basilari per iniziare a coltivare un Bonsai sono:

- Un paio di forbici, ovviamente non le forbici che utilizzate tutti i giorni per tagliare carte e confezioni, bensì delle forbici apposite per Bonsai, possibilmente in acciaio brunito, per evitare ruggine e per assicurare un buon taglio. Queste forbici vi serviranno per sfoltire la ramaglia del vostro mini albero ed eliminare i rami secchi o quelli che ritenete in più.

- Delle tronchesi concave. Queste ti serviranno per eliminare i rami più importanti, per esempio quelli che partono dal fusto, senza lasciare il segno del taglio. Grazie alle loro lame concave, lascerai un solco sulla corteccia che si rimarginerà col tempo e non rimarrà il principio del ramo tagliato, esteticamente brutto da vedere.

- Del filo per la legatura del Bonsai. Ti servirà per guidare le direzioni dei rami per costringerli ad assumere una certa traiettoria nella loro crescita. Piegherai dunque il ramo nella direzione verso cui vuoi che cresca e lo fisserai raggirandolo delicatamente con del filo di rame o di alluminio per poi fissarlo al fusto. Meglio uno spessore del filo piuttosto fina per chi è novizio al mestiere (1-4mm).

- Un paio di forbici per radici. Questo paio di forbici saranno più robuste delle precedenti, perché vi permetteranno di accorciare le radici durante il rinvaso. Tagliando le radici è possibile che ti imbatta in sassolini o che la radice sia più grossa e resistente di un semplice ramo, per questo le sue lame sono più spesse e robuste.

 

strumenti e accessori per Bonsai Certrè

 

UN VASO DI CERAMICA PER BONSAI:

Se acquisti un Bonsai in un vaso in plastica, provvedi subito a rinvasarlo in un vaso di ceramica per Bonsai. Per te che lo vedi, un bel vaso per la tua pianta è un aspetto meramente estetico, ma per il Bonsai è letteralmente una bella casa in cui crescere. Non solo dovrà essere coordinato stilisticamente con la forma e il colore del tuo Bonsai, ma dovrà essere di una fattura adatta e di un materiale che possa resistere egregiamente a temperature calde e fredde.

Il materiale perfetto è la ceramica, leggi il nostro articolo per scegliere il tuo vaso perfetto e dai un’occhiata alla nostra gamma di vasi per Bonsai, ce ne abbiamo di ogni colore e forma!

Oltre agli strumenti, al vaso e ovviamente al Bonsai, serve molta pazienza e dedizione. Non ossessiva, perché alcune specie se trattate in maniera sbagliata, non perdonano gli errori. 

 

Tutte le tue azioni si ripercuotono sulla salute della pianta, quindi pensa un po’ di volte prima di tagliare anche un solo ramo!